children at massEDUCAZIONE E FAMIGLIA
Secondo l’ultimo Rapporto dell’Eurispes la delin­quenza minorile sta crescendo inesorabilmente e in neanche dieci anni, nella fascia tra i 14 e i 17 anni, le richieste di intervento dei servizi sociali e gli ingres­si nelle comunità di recupero sono quasi raddoppiati. Cosa sta succedendo nel mondo dei minori? Ci trovia­mo dunque veramente di fronte ad una frattura gene­razionale incolmabile?
No, ma ci troviamo di fronte a quella sfida educati­va che la Chiesa italiana, nel solco dell’insegnamen­to del Concilio Vaticano II, sta tenacemente sostenen­do fino al punto di dedicare gli Orientamenti pastora­li del decennio 2010-2020 all’arte delicata e sublime dell’educazione.
Nella difficoltà di educare in un mondo che cambia è evidente il primato educativo della famiglia, ed in particolare della famiglia cristiana che riconosce in Gesù il Maestro (il Pedagogo come lo chiama san Cle­mente Alessandrino) e nella Famiglia di Nazareth l’esemplare punto di riferimento dove Ge­sù è cresciuto in sa­pienza, età e grazia davanti a Dio e agli uomini (Lc 2, 52).
Si rivela dunque sempre più vera la funzione della fami­glia, che in ogni generazione è chiamata sia a far propria l’esperienza del Risorto per essere veicolo privilegiato della missione della Chiesa universale, sia a formare una persona umana orientata al bene comune.
Nella formazione della famiglia cristiana ha un suo ruolo isostituibile la prassi liturgica della chiesa.